top of page

Federalismi nel mondo - Belgio e Fiandre

Inauguriamo oggi una nuova rubrica de Il Carroccio, nella quale tratteremo i vari modelli di federalismo attuati in diverse nazioni del mondo. Il primo articolo dedicato a questa nuova rubrica internazionale riguarda il sistema belga, con il quale ci interfacciamo grazie al rapporto diretto con i nostri alleati fiamminghi del Vlaams Belang. Abbiamo intervistato Filip Brusselmans, più giovane deputato eletto nel Parlamento nazionale fiammingo e, dal marzo 2020, presidente del Vlaams Belang Jongeren.


Parlaci un po' di te e della tua attività politica.

Mi chiamo Filip Brusselmans, ho 24 anni e vivo a Sint-Niklaas, una città delle Fiandre orientali situata geograficamente tra Anversa e Gand. Come giovane conservatore, sono stato eletto all'età di 21 anni nel Parlamento nazionale fiammingo come il più giovane deputato di sempre in Belgio, dove mi occupo soprattutto di politiche culturali. Nel marzo 2020, sono stato anche eletto presidente di Vlaams Belang Jongeren, il partito politico giovanile del Vlaams Belang. Nel marzo 2022, mi candiderò per un secondo mandato come presidente.


Ci parli del suo punto di vista sul sistema federale in Belgio.

Credo che la struttura statale del Belgio sia una delle più difficili da spiegare nel mondo. Mi ci vorrebbero almeno 24 ore per spiegare come funziona il Belgio. Ma dicendovi che abbiamo 6 governi per 11 milioni di cittadini, mi basta un minuto per convincervi che qualcosa non va nel nostro sistema. A grandi linee, il più grande problema del sistema federale è il fatto che alcuni voti valgono più di altri. Il parlamento federale è composto da membri di lingua francese e di lingua olandese. Per essere eletti nella parte francofona del Belgio, la Vallonia, sono necessari circa 32.000 voti. Per un seggio preso da un membro di lingua olandese, avete bisogno di 52.000 o più voti, a seconda di quanto è grande la quota del vostro partito nei voti. Permettetemi di dimostrarlo con un esempio delle elezioni del 2019: Vlaams Belang, il partito in cui milito e di lingua olandese, ha ricevuto 810.177 voti, ottenendo 18 seggi in parlamento. Il partito socialista della Vallonia, il PS, ha ricevuto 641.623 voti ma ha avuto 20 membri eletti in parlamento. Un voto fiammingo vale chiaramente meno di un voto vallone e questa è solo una delle cose negative del nostro sistema federale. A causa di una situazione politica completamente diversa (la Vallonia vota fino al 70% per i partiti di sinistra, nelle Fiandre è il contrario), è quasi impossibile formare un governo. E infine, a parte la situazione politica, le differenze economiche tra le due parti del Belgio sono enormi. Per mantenere in vita la Vallonia, ogni cittadino delle Fiandre dà - attraverso le tasse - circa 2000 euro alla parte francofona del paese.


Quali sono le competenze delle regioni e com'è il rapporto con lo Stato belga?

Le regioni possono decidere autonomamente sulle seguenti aree politiche: Educazione, Cultura, Politiche giovanili, Media, Integrazione (ma non le politiche migratorie), Welfare, Trasporto pubblico (ma non le ferrovie), Mobilità, Alloggi, Benessere degli animali, alcune parti dell'economia, alcune (piccole) parti della giustizia e alcune (piccole) parti di tutto ciò che riguarda l'ambiente e il clima (ma non la produzione di energia). Un buon lettore vedrà subito che le regioni, Fiandre e Vallonia, hanno molta autonomia, ma che alcune questioni importanti, come la giustizia o gli affari interni ed esteri, sono ancora regolate a livello federale. Molte cose richiedono la cooperazione tra il livello regionale e quello federale. Sapendo che abbiamo governi completamente diversi ai due livelli (il governo federale è di sinistra, il governo fiammingo è di centro-destra), non c'è bisogno di molte conoscenze politiche per capire che questo porta a molti problemi. Il miglior esempio recente è l'ossessione del clima a livello federale. Hanno deciso di chiudere tutte le centrali nucleari... per sostituirle con centrali a gas. Sì, è assurdo come sembra. Ma, poiché il governo fiammingo può decidere autonomamente sull'ambiente, non è stato dato il permesso di costruire impianti a gas nelle Fiandre. Il risultato è una possibile carenza di produzione di energia perché i mostri verdi si ostinano a chiudere tutte le centrali nucleari.


Quali sono i punti di forza e di debolezza del sistema federale belga?

Credo di avervi già dimostrato che ci sono molte debolezze nel nostro stato fallito chiamato Belgio e non riesco a trovare nessun punto di forza. L'obiettivo principale del nostro partito è quello di dividere il Belgio in due parti e dare vita ad una Repubblica indipendente delle delle Fiandre. Nei sondaggi elettorali, i due partiti indipendentisti fiamminghi-nazionalisti sono tra il 45% e il 50%, a seconda di sondaggi recenti. Questa situazione apre a molte opportunità per il futuro, e noi siamo concentrati sulle elezioni del 2024.


Quali sono le principali battaglie e gli obiettivi del Vlaams Belang?

L'obiettivo del nostro partito, che è anche la ragione per cui è stato fondato, è quello di costruire uno stato fiammingo indipendente. Ma Vlaams Belang è molto più di questo. Per descrivere il nostro partito in una frase, direi che siamo un partito di destra nazionalista-conservatore che vuole difendere la nostra cultura, le tradizioni e i valori fiamminghi mettendo fine all'immigrazione illegale di massa, chiudendo i nostri confini e riformando l'Unione Europea in un'unione economica, invece del superstato politico che sta diventando oggi.

Vogliamo risanare la situazione finanziaria dei nostri cittadini riducendo le tasse (che sono tra le più alte del mondo) e aumentando le pensioni (tra le più basse del mondo). Come pagheremo queste cose? Tagliando i costi dell'immigrazione, riformando lo stato federale del Belgio con 6 governi in uno stato indipendente fiammingo con un solo governo, e fermando i 12 miliardi di euro che paghiamo alla Vallonia ogni anno.

Comments


bottom of page