top of page

Tavolo Ambiente & Energia: Andrea Pellegrini alla guida

All’assemblea federale di Pontida, tenutasi lo scorso 16 settembre, i giovani lombardi della Lega tornano a discutere su ambiente ed energia nel gruppo tematico appositamente creato. Per l’occasione, il coordinatore regionale Alessandro Verri, d’intesa con l’ex responsabile Silvio Molgora, ha nominato il rhodense Andrea Pellegrini come nuovo capo del Tavolo Ambiente. Dopo un periodo di ristrutturazione interna, con addii e nuovi ingressi, lunedì 23 ottobre la prima riunione ufficiale riapre i lavori.


“Non nascondo di essere molto felice ed onorato per essere il nuovo responsabile delle tematiche ecologiche nella Lega Giovani Lombardia. Ho sempre nutrito un forte interesse per questo mondo fin da piccolo. Il mio percorso nel gruppo comincia nel 2019, un'epoca assai diversa da oggi: parole quali “sostenibilità”, “decarbonizzazione”, “energie pulite”, “cambiamento climatico”, ancora lontane dall’essere la colonna portate della politica, dell’industria e delle associazioni. In quasi cinque anni è cambiato tutto, complici la pandemia da COVID-19 nel 2020, la crisi energetica nel2021, esacerbata con lo scoppio della guerra in Ucraina, più tutta una serie di eventi climaticiavversi in giro per il mondo. Grazie a riunioni, incontri e visite, chiamando anche esperti di settore, in quattro anni noi ragazzi e ragazze del Tavolo abbiamo approfondito molto queste tematiche, mettendoci anche al servizio delle nostre rispettive sezioni provinciali per elaborare proposte ed iniziative. Ringrazio di cuore Silvio Molgora per aver guidato con devozione ed impegno il gruppo per tutti questi anni. Per me - spiega Pellegrini - questa nomina non è un punto d’arrivo ma un nuovo inizio. Ho molti progetti per dare nuova linfa vitale al gruppo, seguendo la traccia lasciata dalla precedente direzione, migliorandola per rimanere al passo coi tempi. A partire dal nome ufficiale, che non sarà più “Tavolo Ambiente” ma diventerà “Tavolo Ambiente & Energie”. La scelta non è a caso. Con “Ambiente” intendiamo la natura e la biodiversità minacciate dall’attività umana e dal cambiamento climatico, da proteggere e valorizzare usando ogni mezzo disponibile. Con “Energie” intendiamo l’adozione dell’intero ventaglio di fonti alternative per smettere di usare fossili, nel rispetto della neutralità tecnologica e senza favorire una o l’altra, come spesso accade. Le riunioni online almeno una volta ogni mese saranno lo strumento di lavoro principale, ma desidero farne qualcuna in presenza, almeno i ragazzi e le ragazze possono confrontarsi faccia a faccia, scambiandosi idee e opinioni senza filtri. Lavoreremo più a stretto contatto con le sezioni giovanili delle province lombarde ma anche con gli adulti, perché miro a far diventare il Tavolo Ambiente un’incubatrice per i futuri consiglieri ecologisti della Lega. Ultimo ma non per importanza è l’organizzare visite guidate ai patrimoni naturali e ai centri d’eccellenza del settore green che la nostra Lombardia offre. La nostra missione è diffondere una visione ambientalista diversa da quella corrente mainstream: non più ideologica ma pragmatica, non più lontana ma vicina al territorio, non più blanda e superficiale ma concreta, basata sulla realtà oggettiva e scientifica e non sulle parole di qualche venditore di fuffa. Noi giovani leghisti ma anche di tutto il centrodestra dobbiamo impegnarci in tal senso, perché dal successo della transizione verde dipende il nostro futuro su questa Terra che ereditiamo. Dobbiamo avere la forza di lasciar perdere la disobbedienza civile, l’eco-ansia e la paura dell’avvenire di certe associazioni green, utili solo a una ben precisa agenda politica. Per concludere, citando l’astronauta Samantha Cristoforetti, serve guardare al problema climatico con la voglia di risolverlo, ma per fare ciò bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare. Niente piove dal cielo!”

ความคิดเห็น


bottom of page